Keylogger: quando intercettare la posta elettronica del coniuge è reato (Cass. Pen, sez. V, sent. n. 30735/2020)

Perché si integri il reato di intercettazione della corrispondenza informatica mediante Keylogger occorre che la condotta sia realizzata all’insaputa del soggetto intercettato.